3 applicazioni pratiche della blockchain in azienda 

 In Business, Cybersecurity

La tecnologia del secolo è la blockchain.

Un conto però è affermarlo con convinzione, un conto è capire se davvero ci sono delle applicazioni pratiche della blockchain per la tua azienda o per il tuo negozio.

Quando una blockchain potrebbe migliorarti la vita

Come ogni moda tecno-trend, anche la blockchain esercita un grande fascino e dà l’impressione di poter risolvere ogni problema organizzativo e di certificazione. Si parla di rivoluzione nel mondo degli smart contract, di applicazioni dirompenti nella Sanità, come anche nella supply chain e nella logistica…

Cerchiamo però di capire bene come funziona la tecnologia blockchain e se i vantaggi si possono davvero applicare, ma soprattutto se sono applicabili alle aziende di tutte le dimensioni. 

Che cos’è una blockchain – spiegazione semplice

Le blockchain sono elenchi di transazioni (i “blocchi”) che vengono collegate tra loro usando la crittografia (definizione di Techopedia.com). 

Ogni blocco contiene i dati della transazione e anche la cronologia delle transazioni precedenti.

che cos'è una blockchain - pizero design

Applicazioni pratiche in azienda – un esempio

Un fornitore della tua azienda si accorge che una fattura che gli hai appena mandato è scorretta e te lo segnala; in seguito alla segnalazione e dopo le opportune verifiche, emetti una nota di credito. Alla fine, emetti una nuova fattura, e il fornitore paga la fattura.

Ora, ogni membro del tuo ufficio, e ogni membro dell’ufficio del fornitore potrà vedere in una sorta di libro mastro questo pagamento finale, che apparirà in una forma simile:

 

1 febbraio-fattura emessa-importo xy/5 febbraio-fattura contestata/7 febbraio-nota di credito e nuova fattura emesse/OGGI pagamento effettuato-importo xyz.

 

Cosa rende una blockchain sicura per un’azienda

Nell’esempio sopra, quello che hai visto è una stringa di testo nella pagina di un blog. 

Nella realtà, i blocchi si presentano in una forma un po’ diversa: sono stringhe alfanumeriche (“hash”) “create” da un algoritmo di crittografia molto complesso e praticamente impenetrabile. 

Ultima caratteristica: si può scegliere di far approvare ogni transazione a un certo numero di persone nella rete blockchain (i “nodi”).

Le applicazioni pratiche della blockchain in azienda

I vantaggi della blockchain sono principalmente:

  1. Immodificabilità dei “blocchi”, cioè le singole azioni compiute da chi interagisce nella blockchain;
  2. Tracciabilità dei blocchi: le singole azioni sono visibili a tutti, in ogni momento, nel loro preciso susseguirsi cronologico;
  3. Sicurezza: la natura distribuita delle blockchain rende più difficile per gli hacker accedere al sistema. Non c’è un punto centrale che sia vulnerabile agli attacchi.
  4. Nessuna necessità di un server centrale: il “libro mastro” che contiene l’elenco di tutte le transazioni può essere usato anche in un sistema peer-to-peer, perché la garanzia di affidabilità risiede nella tecnologia stessa.

Sulla base di queste caratteristiche e guardando al mercato statunitense – il più avanzato dal punto di vista delle applicazioni della blockchain, abbiamo isolato 3 usi principali di questa tecnologia rivoluzionaria in azienda:

  1. Condividere dati sensibili in modo più sicuro

Lo stanno facendo alcune startup e aziende nel settore medico e biomedico, come la londinese Medicalchain e la statunitense Anthem Inc. La necessità di condividere – al sicuro da frodi e hackeraggio – una vasta mole di dati privati è questione all’ordine del giorno, in un mondo aziendale che si fa sempre più cloud-based.

  1. Semplificare la contabilità e le transazioni

La tecnologia blockchain nasce per Bitcoin, e diverse istituzioni finanziarie la stanno sviluppando per migliorare le transazioni al proprio interno. In questo caso, si tratta di una blockchain privata e non pubblica, quindi non accessibile da chiunque.

Nulla vieta che, con le opportune valutazioni, anche un’azienda di piccole e medie dimensioni possa adottare dei gestionali che includono un sistema di verifica delle transazioni sicuro e garantito dalla blockchain.

  1. Migliorare la supply chain

Mettendo una supply chain su blockchain, si rendono inconfutabili le transazioni e i pagamenti. Ma anche, si è in grado di risalire alla fornitura di ogni singolo componente di un prodotto finito: questo rende più agile il reperimento della fornitura del singolo pezzo, soprattutto in caso di modifiche nell’organico aziendale, perdita di dati, o problemi con un componente specifico in un prodotto acquistato come finito.

 

Tutte ottime soluzioni, e non poi così lontane dalla media impresa: basta capire quali sono le proprie necessità, e valutare se l’investimento vale gli indiscutibili vantaggi che la blockchain offre.

 

cosa sono gli nftvpn aziendale: cos'è come funziona e cybersecurity - pizero design