L’autenticazione a due fattori: perché dovresti integrarla nella tua app

 In Cybersecurity, Innovation

Tempo fa mio padre, che ha quasi 70 anni e con la tecnologia ci va poco d’accordo, mi ha chiesto aiuto perché non riusciva più ad accedere all’internet banking. E’ risultato che la procedura di accesso al servizio è stata implementata e resa più macchinosa.

Successivamente questa implementazione, che ho scoperto chiamarsi “autenticazione a due fattori”, è stata introdotta su molti siti web che trattano dati sensibili e prevedono pagamenti elettronici. Si tratta di un modo per rendere sempre più sicuri questi siti web e farci dormire sonni tranquilli, anche se sulle prime la cosa può sembrare l’ennesima seccatura ideata dal web per tormentare i suoi poveri utenti.

Il web è un mondo di grosse contraddizioni.  Da un lato cerca di semplificarci la vita, fornendoci soluzioni sempre più rapide alle questioni, grandi e piccole, della vita quotidiana. Dall’altro lato è ricco di distrazioni che ci fanno perdere tempo e talvolta si perde in passaggi macchinosi e questioni apparentemente inutili, che spesso inutili lo sono davvero.

Tutti ricordiamo la relativamente recente disposizione che vuole che su tutti i siti, pena una multa salata per i proprietari inadempienti, deve essere presente in bella vista un banner che ci informa dell’utilizzo dei cookies. Impossibile dimenticare questa disposizione che ci avvisa di una cosa ovvia perché ogni volta che navighiamo sul web ci troviamo ad avere a che fare con questi fastidiosissimi banner.

Ma se nel mondo digitale spesso vengono fatte delle cose che potrebbero essere evitate per il bene comune, non sempre quello che ci sembra macchinoso sul web è inutile. Questo è il caso dell’autenticazione a due fattori. Se non l’hai ancora fatto, dovresti seriamente valutare di inserirla sul tuo sito web. Noi di Pizero Design possiamo aiutarti in questo.

Se non ti sei ancora imbattuto in questo sistema, ti spiego rapidamente in cosa consiste. Il sistema attuale di accesso ai siti web prevede l’inserimento di una password segreta, che dovresti conoscere solo tu. Quella password è l’unico elemento che garantisce la tua sicurezza.

Una sola password però non è affatto sicura. Può finire troppo facilmente nelle mani di qualche malintenzionato perché può essere rubata o ottenuta attraverso tecniche di hacking. Cosa vuoi che sia una password di pochi caratteri per un hacker navigato. E poi, diciamoci la verità, la password può finire in cattive mani anche senza scomodare gli hacker. Di solito usiamo password semplici da ricordare, legate ad elementi importanti della nostra vita, che, con un po’ di intuito, si possono facilmente indovinare.

A tutte queste pecche cerca di proporre una soluzione l’identificazione a due fattori, che permette di accedere ad un sito dopo una doppia verifica: prima si inserisce la password che abbiamo scelto, poi si inserisce un codice usa e getta che ci viene inviato sul numero di cellulare che abbiamo inserito in fase di registrazione. Un sistema tutto sommato neanche troppo articolato una volta che ci si abitua alla cosa.

In futuro tutti i siti e le app che includono dati sensibili o che prevedono pagamenti elettronici dovranno integrare questo sistema perché la sicurezza dei propri utenti è una priorità sul web.

Hai deciso di rendere il tuo sito più sicuro per i tuoi utenti? Contattaci per implementare questa funzione. Noi di Pizero Design possiamo aggiungere questo metodo di autenticazione alle app iOS e Android e ai siti web, utilizzando un servizio SMS o perfino tramite Whatsapp.